Fabio Fattore
Dai nostri inviati al fronte. Cent’anni di cronache dall’Africa orientale tra Adua e le ultime guerre

pp. 208 – € 18,50
ISBN 978-88-7198-800-9


Curzio Malaparte, Dino Buzzati, Guelfo Civinini, Paolo Monelli, Indro Montanelli, Orio Vergani, Angelo Del Boca, Ilaria Alpi…

 I protagonisti di queste pagine sono giornalisti italiani che andarono in Africa orientale, per scelta o mestiere, e scoprirono un mondo diverso, rispetto a qualsiasi loro esperienza di viaggio: selvaggio, esotico, ma allo stesso tempo familiare perché legato all’Italia, dalla bandiera piantata ad Assab nel 1870 prima che Roma fosse capitale, all’eredità lasciata dopo quasi sessant’anni di colonie. È un mondo che si ama e si odia, offuscato da pregiudizi o preconcetti; non è facile farlo entrare in un articolo.

Sono i testimoni di oltre cent’anni di guerre, guerriglie e fatti cruciali nel Corno d’Africa. Hanno assistito alla disfatta di Adua, alla conquista dell’Impero, alla resistenza etiopica, alla Seconda guerra mondiale e poi ancora all’amministrazione fiduciaria e alla decolonizzazione della Somalia, fino alla missione delle Nazioni Unite a Mogadiscio – con la battaglia di Checkpoint Pasta, la prima combattuta dagli italiani dopo il 1945 – e al conflitto fratricida tra Etiopia ed Eritrea del 1998-2000.

C’è un filo sottile che li unisce e che l’autore ha voluto seguire, visitando anche alcuni dei luoghi che sono stati teatro della storia.

Leggi la biografia > Fattore Fabio