Roberto de Mattei

Roberto de Mattei ha insegnato Storia del Cristianesimo e Storia Moderna all’Università Europea di Roma, di cui è stato Preside dell’ambito di Scienze Storiche, e nelle Università di Roma La Sapienza e Cassino. Presiede la Fondazione Lepanto e dirige la rivista «Radici Cristiane » e l’agenzia di informazioni «Corrispondenza Romana». Tra il 2003 e il 2011 è stato Vice Presidente del Consiglio Nazionale delle Ricerche. Collabora con il Pontificio Comitato di Scienze Storiche e ha ricevuto dalla Santa Sede l’insegna dell’Ordine di San Gregorio Magno, come riconoscimento del suo servizio alla Chiesa.
Dal 2010 al 2014 ha tenuto ogni terzo mercoledì del mese una rubrica a Radio Maria in cui ha affrontato temi controversi della Storia della Chiesa antica e recente.
Tra i suoi libri più recenti, tradotti in varie lingue, ricordiamo: La dittatura del relativismo (2007), Evoluzionismo: il tramonto di una ipotesi (a cura di) (2009), Il Concilio Vaticano II. Una storia mai scritta (2010, Vincitore del premio Aqui Storia 2011, in corso di traduzione in 5 lingue); Apologia della Tradizione (2011); Il mistero del male e i castighi divini (2011), Pio IX e la Rivoluzione (2012); Vicario di Cristo. Il primato di Pietro tra normalità ed eccezione (2013); Il Ralliement di Leone XIII. Il fallimento di un progetto pastorale (2014) e per Sugarco La Turchia in Europa: beneficio o catastrofe? (2009) e La Chiesa fra le tempeste, vol. I – Il primo millennio di storia della Chiesa nelle conversazioni a Radio Maria (2012).